mercoledì 18 luglio 2007

Primavera nordica - Edith Södergran (Finlandia, 1892-1923)

Per le note bibliografiche su Edith Södergran vedi il blog del 26 gennaio

Primavera nordica, dalla raccolta “Dikter”/Poesie (1916)
traduzione in italiano di Piero Pollesello

Tutti i miei castelli in aria si sono sciolti come neve,
tutti i miei sogni corsi via come l'acqua,
di tutto ciò che ho amato mi rimane solo
un cielo blu e qualche pallida stella.
Il vento si muove piano fra gli alberi.
Il vuoto riposa. L’acqua tace.
Il vecchio abete è sveglio e pensa
alle nuvole bianche, che ha baciato in sogno.

Nordisk vår
originale in svedese di Edith Södergran

Alla mina luftslott ha smultit som snö,
alla mina drömmar ha runnit som vatten,
av allt vad jag älskat har jag endast kvar
en blå himmel och några bleka stjärnor.
Vinden rör sig sakta mellan träden.
Tomheten vilar. Vattnet är tyst.
Den gamla granen står vaken och tänker
på det vita molnet, han i drömmen kysst.

Nessun commento: