lunedì 25 agosto 2008

Fai unire le mie mani - Ester Forssén (Finlandia, 1871-1949)

Ester Alfhild Sofia Forssén nata Sterenius (Munsala - 2 giugno 1871, Hangö - 30 agosto 1949). Il seguente testo, apparso come contributo al libro “En liten Hangöbok” edito da Bengt Serenius nel 1940, è stato musicato nel 1942 da Sune Carlsson.

Fai unire le mie mani
traduzione di Piero Pollesello

Fai unire le mie mani in preghiera
quando spunta il giorno,
uniscile in preghiera
quando il giorno finisce.
Uniscile
nel tempo del dolore,
e possa io non dimenticarti
nel tempo della gioia.
Unisci le mie mani in preghiera
in eterno,
quando vorrai portarmi a casa
via dagli affanni del mondo,
nella pace celeste.

Slut samman mina händer
originale in svedese di Ester Forssén

Slut samman mina händer
när morgon gryr,
och må till bön de knäppas
när dagen flyr.
Slut samman mina händer
i sorgens tid,
må jag i glädjens stunder
ej glömma dig.
Slut samman mina händer
till evig tid,
när du vill hem mig föra
från jordens strid
till himmelsk frid.

Nessun commento: