domenica 14 giugno 2009

Il primo bacio - Johan Ludvig Runeberg (Finlandia, 1804-1877)

Questa poesia, compresa nella raccolta "Dikter" del 1833, è stata musicata nel 1900 da Jean Sibelius in forma di Lieder, op. 37 n.1. Per una breve biografia e bibliografia di J.L.Runeberg vedi il post del 23 gennaio 2007.

Il primo bacio
traduzione in italiano di Piero Pollesello

La stella della sera sedeva sul bordo di una nuvola d’argento
e nel crepuscolo laggiù da un boschetto una ragazza le chiese:
“Dimmi, stella della sera, cosa si dice in cielo
quando qualcuno dona il primo bacio alla persona amata?”
E la timida figlia del cielo rispose:
“Gli angeli celesti in schiera guardano in terra
vedendo in quel momento il riflesso della loro propria luce;
solo la Morte volge lo sguardo altrove e piange”.

Den första kyssen
originale in svedese di Johan Ludvig Runeberg

På silvermolnets kant satt aftonstjärnan,
från lundens skymning frågte henne tärnan:
Säg, aftonstjärna, vad i himlen tänkes,
när första kyssen åt en älskling skänkes?
Och himlens blyga dotter hördes svara:
På jorden blickar ljusets änglaskara,
och ser sin egen sällhet speglad åter;
blott döden vänder ögat bort och gråter.

1 commento:

Barbara ha detto...

Grazie per le bellissime traduzioni! Lavoro al museo di Porvoo, dove ogni anno il 5 febbraio ognuno di noi recita una poesia o un verso di Runeberg. Io ogni anno attingo alle traduzioni trovate in queste pagine e sfido i miei colleghi ad indovinare di quale traduzione si tratta :=)
Cordiali saluti e....hauskaa Runebergin päivää!