lunedì 7 dicembre 2009

“Nel mare della vita” e “Oh, cara Finlandia, madre senza pari” – A.V.Koskimies ex Forsman (Finlandia, 1856-1929)

Riporto la traduzione di due versi della cantata per la cerimonia della promozione accademica del 1897 all’Universitá di Helsinki con testo di Aukusti Valdemar Koskimies ex Forsman (1856-1929) e musica di Jean Sibelius (1865-1957). Ogni 5 anni nelle università finlandesi viene organizzata la cerimonia della "promozione" alla quale ogni studente che ha nel frattempo ottenuto i due più alti gradi d'insegnamento accademico (in italiano il dottore magistrale ed il dottore di ricerca) può partecipare per ricevere il titolo in pompa magna. Una lettura magistrale ed una processione verso la cattedrale con tutti i partecipanti in frack e tuba o alloro accademico sono di rito anche ai giorni nostri. I testi dei canti per coro misto che accompagnarono la celebrazione nel 1897 all’Università di Helsinki erano di circostanza o (nel caso del IX) caratterizzati da uno spiccato nazionalismo, reazione alla dominazione russa in Finlandia a quell’epoca. Per le partiture, vedi J.Sibelius op. 23 no. 4 (1897) ”Lauluja sekaköörille vuoden 1897 promotioonikantaatista”, no. 4 e 9

Nel mare della vita
traduzione in italiano di Piero Pollesello

IV. Nel mare della vita
si incontrano molti grandi scogli,
ma tu giovane retto
abbi fiducia nel tuo Creatore;
Lui guida alla felicità;
Lui sa quanto lunga è la vita,
a Lui spetta il giudizio finale.

Montapa elon merellä
originale in finlandese di di Aukusti Valdemar (ex Forsman)

IV. Montapa elon merellä
sattuvi poloa suurta,
vaan sa nuoriso vakainen
silloin luota Luojahasi:
Luojall' on onnen ohjat;
Jumalass' on juoksun määrä,
Luojass' on lopun asetus.

Oh, cara Finlandia, madre senza pari
traduzione in italiano di Piero Pollesello

IX. Oh, cara Finlandia, madre senza pari,
possa il tuo destino essere il nostro!
Fratelli, sorelle, giuriamo questo voto:
che la terra natale riceva il nostro amore più grande!
E se qualcuno dei tuoi figli osasse colpirti a tradimento,
possa la tenebra profonda inghiottirlo nel suo abisso;
solo tu Finlandia, chiarore della Stella Polare,
avanzi, splendi: il tuo destino è nelle luce!
Splendi, splendi, terra di Finlandia!

Oi, kallis Suomi, äiti verraton
originale in finlandese di di Aukusti Valdemar (ex Forsman)

IX. Oi, kallis Suomi, äiti verraton
sun onnes onni meidän olkohon!
Tää vala, veikot, siskot vannokaamme:
Sa parhaan lempemme saat, syntymaamme!
Jos lapses ken sua inha-iskuin lyö,
sen kuiluhunsa nielköön hornan yö;
vaan Sinä Suomi, Pohjan tähti kirkas,
käy eespäin, loista: valkeus on virkas!
Loista, loista Suomenmaa!

Nessun commento: